Roma Antica Scavi di Ostia Antica numero di mappa 11 Basilica Regio I

A destra del Foro c'è un edificio che, per via del suo piano e della sua posizione, può essere identificato come una Basilica, sorta alla fine del I secolo d.C. La Basilica era un luogo dove si amministrava la giustizia e si trattavano gli affari. La Basilica era a tre navate. La navata centrale era più alta rispetto alle altre, in modo che le finestre in alto potessero illuminarla completamente.

Durante gli scavi sono stati trovati frammenti di rilievi marmorei che con tutta probabilità appartengono alla Basilica. Si ritiene che questi frammenti facessero parte di una balaustra al primo piano superiore all'interno della Basilica, che rappresentavano storie di Roma: la lupa che allatta i gemelli; oche che schiamazzano e impediscono ai nemici di entrare nel Campidoglio; il rapimento delle donne Sabine. All'estremità meridionale della navata centrale si trovano i resti del podio utilizzato dai giudici. A Ostia antica non c'erano giudici professionisti e non sono state trovate luoghi dove venissero imprigionati dei malfattori. Nell'antichità le prigioni venivano utilizzate solo per bloccare i sospettati in attesa del processo. La punizione poteva consistere in una multa, sequestro, punizione corporale, lavoro forzato e pena di morte.


 Torna al Menù Scavi di Ostia Regio I