Roma Antica Scavi di Ostia Antica numero di mappa 8 Terme del Foro Regio I

Le terme furono costruite nel II secolo d.C., la costruzione fu finanziata, intorno al 160 d.C., da un influente personaggio della stretta cerchia di collaboratori dell'imperatore Antonino Pio: Marco Gavio Massimo, che fu prefetto del pretorio, l'area totale è di circa 3200 metri quadrati. Nel corso del tempo le terme subirono diversi restauri il primo tra il 193-225 d.C. durante la dinastia dei Severi, furono effettuati diversi restauri negli ambienti riscaldati e l’edificio si dotò anche di un acquedotto per il trasporto dell'acqua; il secondo restauro fu effettuato tra 306-337 d.C., durante la reggenza di Massenzio. I restauri procedono nel 331 d.C. finanziati da Ottaviano Vittore, praefectus annonae, e proseguirono sotto la reggenza di Teodosio, i restauri furono finanziati da Ragonius Vincentius Celso, praefectus annonae negli anni 385-389 d.C.
  • 1 apodyterium: spogliatoio
  • 2 eliocamino:sala che serviva per i bagni di sole
  • 3 laconicum: ambienti surriscaldati per provocare la sudorazione (sauna)
  • 4  tepidario: era la sala delle terme destinata ai bagni in acqua tiepida 
  • 5 calidarium:era la parte delle terme destinata ai bagni in acqua calda e ai bagni di vapore.
  • 6 frigidario: era la sala delle terme dove potevano essere presi bagni in acqua fredda
  • terme foro pianta 77jpg

    Le sale riscaldate sono orientate a sud, le loro facciate non sono allineate secondo un prospetto rettilineo, ma sono predisposte in maniera che le loro ombre non si coprivano a vicenda e potevano quindi ricevere omogeneamente i raggi del sole nelle ore pomeridiane, quando le terme erano maggiormente affollate.


     Torna al Menù Scavi di Ostia Regio I