Roma Antica Scavi di Ostia Antica numero di mappa 4 Oratorio Cristiano Regio II


Il sarcofago ha un rilievo centrale che rappresenta un personaggio della mitologia greca Orpheus, che aveva la capacità di incantare tutti gli esseri viventi e persino le pietre con la sua musica, è assimilato a Cristo ed è rappresentato come Pastor Bonus (il Buon Pastore), agli angoli ha rilievi di un uomo e una donna e sul coperchio l'iscrizione:

HIC QVIRIACVS DORMIT IN PACE "Qui Quiriacus dorme in pace".

Il sarcofago, fu realizzato nel terzo o all'inizio del quarto secolo. L'iscrizione sul coperchio, ora nei magazzini, potrebbe essere del quinto secolo. Chi era questo Quiriacus il cui sarcofago era all'interno delle mura della città? Durante il regno di Claudio II Gotico, nel 269 d.C., un vescovo di Ostia, Cyriacus, fu giustiziato ad Ostia, insieme a diciassette soldati convertiti al cristianesimo . I soldati furono decapitati vicino all'arco di fronte al teatro (ad arcum ante theatrum), chiaramente l'Arco di Caracalla. Il sarcofago con il rilievo di Orfeo (in latino: Orpheus) deve essere stato trasferito sul luogo delle esecuzioni nella tarda antichità, per contenere le ossa del martire, che era stato sepolto fuori dalla città.

 

Torna al Menù degli Scavi di Ostia Regio II                                 Torna alla Home