Regio VIII Forum Romanum Tempio del Divo Giulio  




Cesare, assassinato nel 44 a.C. nella Curia di Pompeo in campo Marzio, fu cremato nel Foro, davanti alla Regia. Sul luogo Augusto innalzò un tempio, dedicato nel 29 a.C. Costruito su un alto podio, con sei colonne sulla fronte, era decorato dai rostri delle navi di Antonio e Cleopatra catturate da Augusto, due anni prima, nella battaglia di Azio. L'altare, situato nell'emiciclo del podio, sostituiva la colonna commemorativa. Scalinate sui lati conducevano all'interno della costruzione, di cui oggi resta solo il nucleo cementizio. Lo scrittore antico Appiano cosi descrive il momento in cui Cesare fu cremato:

“Deposero (la spoglia di Cesare ) nel foro la dove è l’antica reggia dei Romani, e vi accumularono sopra tavole, sedili e quanto altro legname era li…. Accesero il fuoco e tutto il popolo assistette al rogo durante la notte, in quel luogo venne eretta dapprima un’ara, ora vi è il tempio dello stesso Cesare, nel quale egli è onorato come un dio.”

Appiano di bello civ. II 148        

 

Torna al Menù Regio VIII Foro Romano         Torna alla Home