Regio IV Templum Pacis mercati Traianei nel Medio Evo




Gli edifici dei Mercati di Traiano mostrano le tracce di trasformazioni ed interventi successivi all'epoca romana in cui vennero costruiti. Nel Medio Evo varie famiglie nobili romane occuparono il complesso, frazionandone la proprietà. Nella parte più alta si insediarono le strutture fortificate del Castellum Miliciae (Castello delle Milizie). La Torre delle Milizie che oggi caratterizza il profilo dei Mercati e che costituiva la parte più rilevante del castello, è il risultato di una serie di stratificazioni edilizie. Nella seconda metà del XII secolo (1150-1200) un palazzo nobile, con un loggiato ad arcate su colonne antiche di riutilizzo, occupò alcune strutture romane; nella prima metà del Duecento (1200-1250) il loggiato venne inglobato in un'altissima torre costruita in tufelli (blocchetti dì tufo); infine, nel terzo quarto dello stesso secolo (1250-1275), la torre venne fasciata da possenti mura in laterizio che le conferirono il caratteristico aspetto a cannocchiale che tuttora conserva. Nella seconda metà del Cinquecento la parte alta dei Mercati di Traiano venne occupata dal convento di Santa Caterina da Siena, con numerose modifiche agli edifici antichi.

 

Torna al Menù dei Mercati Traianei                    Torna alla Home