Rione Monti Fontane di Roma Parco del Monte Oppio Fontana delle Anfore 



 Il parco fu creato nel 1928 con lo scopo principale di inquadrare in una degna cornice le imponenti rovine delle terme di Traiano. Ne fu affidato l'incarico all'architetto Raffaele de Vico che vi realizzò portali d'accesso in travertino, fontane e ornati vari, oltre, ovviamente, ad opere di giardinaggio comprendenti, tra l'altro, la posa in loco di circa 2500 piante di rose. Occupa la parte centrale del viale, ed è detta anche fontana del Canestro perché è costituita da un ampio bacino ottagonale in mattoni, con bordo in travertino, all'interno del quale si elevano numerosi zampilli, a distanze ed altezze diverse, tali da formare nel loro insieme il disegno della tessitura di un cesto di vimini. Sui tre lati anteriori sono impostati alcuni gradini che assecondano la forma geometrica. In corrispondenza degli altri cinque lati dell'ottagono, un muro perimetrale si imposta creando lievi dislivelli nel passaggio tra un lato e l'altro, all'altezza dei quali sono collocati sei gruppi di tre anfore in cotto del tipo a punta. Al muro perimetrale attorno alla vasca è addossato un sedile. Questa e tutte le altre fontane esistenti in loco risalgono agli anni 1928-1929, all'epoca cioè della realizzazione del parco, e tutte furono quasi certamente realizzate su disegni dell'architetto Raffaele de Vico.


Torna al Menù Rione Monti                           Torna alla Home