Rione Borgo Fontane di Roma Fontana destra di Piazza San Pietro



Fontane della Piazza. Una fontana, a destra guardando la facciata della basilica esisteva fin dai tempi di papa Innocenzo VIII, Cybo (1484-1492), che la fece costruire nel 1490. Nel 1501 papa Alessandro VI, Borgia (1492-1503), vi fece probabilmente eseguire lavori di rifinitura e abbellimento dall'architetto Alberto Paneri e Paolo V, Borghese (1605-1621), nel 1612 in coincidenza con l'adduzione, da lui voluta, di una notevole quantità di Acqua Paola ,300 once, proveniente dal lago di Bracciano, ne ordinò il rifacimento affidando l'incarico all'architetto Carlo Maderno che utilizzò in gran parte la precedente costruzione innocenziana. La fontana si trovava in posizione asimmetrica sia rispetto alla facciata della basilica e sia rispetto all'obelisco, ma quando Gian Lorenzo Bernini, per incarico di Alessandro VII, Chigi (1655-1667), costruì l'imponente colonnato, provvide anche ad eliminare l'inconveniente edificando la fontana di sinistra, attenendosi rigorosamente al modello di quella del Maderno e spostando quest’ultima, in asse con l'obelisco e la nuova fontana. I lavori, iniziati nel 1667, si conclusero rapidamente per la fontana di destra (spostata solo di pochi metri più avanti), nella quale l'acqua zampillò durante il pontificato di Clemente IX, Rospigliosi (1667-1669).

 

Torna al Menù Rione Borgo      Torna alla Home