Rione Campitelli Fontane di Roma Piazza Campitelli



Disegnata nel 1589 da Giacomo Della Porta ed eseguita dallo scalpellino Pompilio De Benedetti, la bella fontana, alimentata dall'Acqua Felice, è composta da un basamento mistilineo ottagonale in travertino su cui poggia una tazza della stessa forma contenente, su sei lati, le insegne del Senato e del Popolo Romano e gli stemmi delle quattro famiglie più cospicue della zona Capizucchi, Albertoni, Muti, e Ricci che si erano impegnate a sostenere le spese di una fonte "bella e bene ornata" e sugli altri lati due grossi mascheroni versanti acqua. Sopra la tazza, su un balaustro con fregi vari s'innalza un catino circolare di marmo bianco dal centro del quale sgorga un pennacchio d'acqua che ricade nella vasca sottostante. Originariamente così costruita in posizione centrale rispetto alla piazza, la fontana venne a trovarsi troppo a ridosso della facciata della chiesa di Santa Maria in Campitelli quando questa fu ingrandita e inaugurata la seconda volta nel 1679 . E così, per ordine di Innocenzo XI Odescalchi in quello stesso anno essa fu spostata di pochi metri, dove oggi si trova, "in sito più comodo" perché la gente che si radunava attorno "con strepito e libero parlare" disturbava le funzioni religiose.

 Torna al Menù Rione Campitelli     Torna alla Home