Rione Campo Marzio Fontane di Roma Fontana Torlonia Via Bocca di Leone



Fu eretta nel 1842, su progetto dell'architetto Antonio Sarti, nella parete dell'edificio di fronte al portone d'ingresso del palazzo Torlonia (civ. 16-18). È composta da un grande sarcofago romano, finemente intagliato a bassorilievo, con figure di fanciulle e di fauni disposti simmetricamente rispetto ad un medaglione centrale rappresentante un uomo togato. Un mascherone sovrapposto vi versa a ventaglio l'acqua che poi fuoriesce attraverso due cannelle inserite alla base del sarcofago, sollevato su due zampe leonine, e si raccoglie in una vasca semicircolare di marmo a fior di terra protetta da due colonnine. La fontana è inserita in un prospetto architettonico fiancheggiato da paraste e sormontato da un arco entro il quale figura lo stemma dei Torlonia tra due leoni rampanti. Sotto l'arco, un'ampia lapide ricorda che la fontana fu fatta realizzare a cura e spese del duca don Marino Torlonia su un'area di sua proprietà. Un tempo il prospetto era noto per l'esistenza in loco di due allora rarissimi alberi di pepe. Oggi la fontana è priva d’acqua.

Torna al Menù Rione Campo Marzio         Torna alla Home