Rione Campo Marzio Fontane di Roma Piazza Nicosia



Fu la prima delle 18 fontane pubbliche realizzate a Roma dopo la riattivazione dell'Acquedotto Vergine e fu progettata da Giacomo Della Porta nel 1572 per volere di Gregorio XIII, Boncompagni le cui insegne araldiche, sotto la forma di draghi, figurano all'esterno del catino intermedio. Venne eseguita dallo scarpellino francese Giovanni Leminard e posta al centro del Piazza del Popolo: era costituita da una vasca ottagonale di "marmo saligno" con l'ornamento di quattro delfini, sormontati da due catini. Nel 1575 la fontana venne ornata con quattro sculture raffiguranti tritoni che risultarono troppo sproporzionati per la vasca e i catini superiori, perciò furono ben presto collocate nella fontana meridionale di Piazza Navona, quella oggi detta del "Moro". La fontana di Piazza del Popolo venne spostata di qualche metro all'epoca di Sisto V, Peretti, per l'innalzamento in loco dell'obelisco proveniente dal Circo Massimo, presso la cui base restò fino al 1823, quando fu rimossa da Giuseppe Valadier per far posto alle 4 fontane dei Leoni e venne ricostruita in piazza San Pietro in Montorio. Nuovamente smontata, finì per lunghi anni nei magazzini comunali e solo nel 1950 fu definitivamente sistemata nella sede attuale, ma di originale resta solo il grande bacino ottagonale sopraelevato di due gradini, nel cui centro, ricostruita ex novo rispettando il vecchio modello, è una piccola base con delfini che sostengono il catino decorato a palma sul quale, da un secondo catino più piccolo, sorretto da un balaustro, s' innalza un allegro zampillo.

Torna al Menù Rione Campo Marzio        Torna alla Home