Rione Parione Fontane di Roma Piazza Navona Fontana dei Fiumi




Si deve all'iniziativa del pontefice Innocenzo X, Pamphili, per innalzare e sistemare decorosamente in piazza Navona l'obelisco proveniente dal Circo di Massenzio sull'Appia Antica, e al progetto di Gian Lorenzo Bernini che realizzò la complessa opera con la collaborazione dei suoi migliori allievi. La bellissima fontana è composta da quattro statue di marmo alte cinque metri, poste attorno al monolite in atteggiamenti drammatici e movimentati e situate su masse sporgenti di travertino: rappresentano altrettanti fiumi. La statua raffigurante il Gange simboleggia l'Asia, quella dedicata al Nilo, simbolo dell'Africa, l'Europa è simboleggiata dal Danubio e l'America è rappresentata dal Rio della Plata. Questa ultima statua sembra guardare la chiesa di S. Agnese con spavento e stupore, quasi a volersi difendere da un probabile crollo della facciata. Su tale presunto atteggiamento la fantasia popolare costruì una serie di aneddoti determinati dalla rivalità tra il Bernini e il Borromini. È certo, tuttavia, che la fontana dei fiumi era già compiuta quando Borromini iniziò la sua attività in S. Agnese.

 

Torna al Menù Rione Parione      Torna alla Home