Rione Borgo Fontane di Roma Palazzo dell’Avvocatura di Stato ex Convento di S. Agostino la fontana



Nel cortile vi è una fontana a vasca ellittica in blocchi di travertino modanati, che poggia direttamente sul piano del pavimento. Al centro, su un piedistallo decorato da quattro telamoni uniti fra loro da festoni, si erge un catino di forma circolare adorno con quattro mascheroni che gettano acqua, nel bacino sottostante. Al centro del Catino è collocata la statua di un fanciullo nell'atto di abbracciare un cigno dal cui becco esce un abbondante getto d'acqua, nel periodo estivo. Il disegno è da attribuire al Vanvitelli.

 

Torna al Menù Rione Sant'Eustachio     Torna alla Home