Rione Trastevere Fontane di Roma Piazza di Santa Maria in Trastevere

Fontana della Piazza. È considerata la più antica tra le fontane monumentali di Roma perché una tradizione non troppo attendibile ne farebbe risalire l'origine al secolo VIII, sotto il pontificato di papa Adriano I, Colonna. Ma risulta effettivamente documentata nella iconografia solo nella seconda metà del XV secolo (pianta di Roma di Pietro del Massaio del 1471). Il primo restauro venne eseguito dal Bramante verso il 1498, dietro incarico affidatogli dal cardinale spagnolo Giovanni Lopez creato due anni prima da Alessandro VI, Borgia, con il titolo di S. Maria in Trastevere. Il quale cardinale, scherzando sul proprio cognome, fece apporre su uno degli angoli della fontana una lapide con i seguenti eleganti distici latini, che qui a lato vengono riportati. Successivamente la fontana venne restaurata da Girolamo Rainaldi, Gian Lorenzo Bernini e Carlo Fontana. Il Bernini in modo particolare nel 1658 ne curò la ricostruzione spostandola dalla posizione originaria, che era nella parte opposta della facciata della chiesa, al centro della piazza. In quella occasione l'artista ne cambiò anche l'alimentazione sostituendo l’Acqua Felice con l’Acqua Paola e aumentandone la dotazione da 15 a 36 once. Vi aggiunse, inoltre, quattro doppie conchiglie con le valve rivolte all'interno e all'esterno della vasca; ma esse furono eliminate nel restauro successivo curato nel 1694 da Carlo Fontana, il quale, ispirandosi alla berniniana fontana delle Api, le sostituì con altre quattro doppie e grosse conchiglie «fastidiosamente elaborate», aventi il coperchio rovesciato con lo scopo di mettere in evidenza le quattro targhe di travertino ornate di festoni, entro le quali si legge, in monotona ripetizione, la sigla del comune di Roma.

QVOD BLANDO FACILEM PRODVCIT MVRMVRE SOMNVM

QVAE CADIT ET TREMVLOS EFFICIT VNDA LACVS

QVOD SVMIS PVROS HAVSTVS NITIDEQVE LAVARIS

INSTAVRATORI GRATIA HABENDA LVPO

RES ANIMVMQVE SVVM SPECTANS DIC ROMVLE VERVM:

AN MINVS HIC PATER EST QVAM LVPA MATER ERAT?

(Se l'acqua che cade con blando mormorio ti concilia il sonno e forma tremuli laghetti se bevi limpidi sorsi e ti lavi, devi ringraziare il Lupo che ha rifatto la fonte. Considerando quindi il suo interessamento, o Romolo, dimmi la verità:questo Lupo ti è forse meno padre di quanto non ti fu madre la lupa?).

 Torna al Menù Rione Trastevere     Torna alla Home