Palazzi di Roma Palazzo Massimo Museo Nazionale Romano Primo Piano il Discobolo




Il Discobolo Lancellotti, così chiamato dal nome della famiglia che lo possedeva, fu rinvenuto sull'Esquilino (Villa Palombara 1781), in un'area appartenente agli Horti Lamiani, divenuti di proprietà imperiale nella prima età giulio-claudia. Unico esemplare quasi interamente conservato del tipo, la statua è una replica fedele di una delle opere più ammirate dell' antichità: il discobolo in bronzo dello scultore greco Mirone (ca.450 a.C.). La statua, di età antonina, raffigura l'atleta, nudo, con il disco nella destra, colto nel momento stesso in cui sta per scattare; il corpo è quindi ripiegato su se stesso, salvo il braccio destro che si distende all'indietro per ottenere più slancio. Metà circa del II sec. d.C.

 

Torna al Menu del Palazzo Massimo Primo Piano         Torna alla Home