Palazzi di Roma Palazzo Massimo Museo Nazionale Romano Piano Terra il Principe




La statua bronzea del principe, rappresenta un personaggio in nudità eroica, è stata eseguita con la tecnica della fusione a cera persa. La statua del pugile e quella del Principe sono state rinvenute, insieme, nel 1885, sul versante meridionale del Quirinale, nell'area del Convento di San Silvestro, in occasione della costruzione del Teatro Drammatico Nazionale, in Via Quattro Novembre. Le opere sono originali di epoca tardo ellenistica (II - I secolo a.C.) e non è noto il luogo dove erano collocate originariamente. Le interpretazioni relative a queste opere, da parte degli studiosi, sono state diverse sia per la difficoltà di identificazione dei personaggi, in particolare la statua del. Principe. La statua ritrae un giovane uomo stante sulla gamba destra, completamente nudo, in posizione di riposo, la mano destra, che rivolge il palmo all'esterno, è portata sul gluteo destro, la mano sinistra è appoggiata sulla lancia. La posizione della mano destra costituisce una colta citazione dell'Ercole Farnese, opera di Lisippo. Essa aveva verosimilmente lo scopo di suggerire un parallelo tra il riposo del personaggio ritratto e quello dell'eroe alla fine delle sue fatiche, senza però renderlo troppo esplicito mediante l'uso di attributi erculei come la clava o la pelle di leone.

 

Torna al Menu del Palazzo Massimo Piano Terra             Torna alla Home