Porte di Roma Porta Latina il declino della Porta

Il declino di porta Latina fu strettamente legato alla progressiva perdita d'importanza della via Latina a favore della vicina via Appia Nuova, che consentiva l’accesso a Roma tramite Porta San Giovanni inaugurata nel 1574; la sua apertura  resa necessaria nell'ambito della ristrutturazione dell'intera area del Laterano per agevolare il traffico da e per il sud d'Italia, decretò la definitiva chiusura della vicina e ben più imponente Porta Asinaria, di epoca aureliana, limitando notevolmente il traffico di porta Latina.

 

 Neanche la vicinanza dell'importante Chiesa di San Giovanni a Porta Latina riuscì a frenarne la crisi. I restauri che si sono svolti nei secoli, testimoniati dagli stemmi dei papi Pio II 1405–1464, Urbano VIII 1568–1644, e Alessandro VII 1599–1667 posti nelle immediate vicinanze, non risollevarono le sorti della porta, che rimase definitivamente chiusa per quasi tutto l'800 e venne riaperta solo nel 1911

 

Torna al menù di Porta Latina