Roma Antica Scavi di Pompei Regio VII numero di mappa 8 Santuario di Apollo

Il Santuario di Apollo è tra i più antichi luoghi di culto pompeiani, il primo edificio venne costruito nel VI secolo a.C., con il tetto ricoperto da terrecotte decorate, durante l'età sannitica. Tra il III e il II secolo a.C. il vecchio edificio fu totalmente rinnovato, fino ad assumere la forma attuale, con qualche lieve rifacimento disposto da Nerone. Notevolmente danneggiato dal terremoto di Pompei del 62, al momento dell'eruzione del Vesuvio nel 79 era ancora in ristrutturazione e quindi non in uso.


 

Davanti la piazza del santuario si svolgevano i giochi gladiatori e le rappresentazioni teatrali dei ludi Apollinares, le feste in onore del dio centrate sulle iniziazioni dei fanciulli e delle fanciulle che in Apollo e nella sua gemella Diana riconoscevano la divinità protettrice dei giovani; erano raffigurati in bronzo sculture pregevoli di epoca ellenistica. Attualmente sono visibili delle riproduzioni delle due statue di Apollo, probabilmente in posa d’arciere, e della sorella Diana, dea della Caccia e dei boschi, gli originali si trovano al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Torna al Menù degli Scavi di Pompei