Regio IV Templum Pacis Foro di Traiano la piazza

 


Il Foro di Traiano si presentava come una parete divisa in tre parti decorata da colonne monolitiche di marmi colorati il cui solo fusto misurava quasi 12 metri di altezza. A destra e a sinistra vi erano due gruppi di quattro colonne corinzie in marmo cipollino (verde venato) e pavonazzetto (bianco venato di viola) aggettanti dalla parete assieme alla trabeazione mentre al centro un gruppo di otto colonne corinzie di giallo antico sosteneva un alto attico con l'iscrizione onoraria di Traiano. Questo era sormontato da un gruppo in bronzo dorato di dimensioni colossali che raffigurava l'imperatore incoronato dalla Vittoria su un carro trionfale trainato da sei cavalli. Nel punto in cui il lato meridionale della piazza si connetteva con il portico orientale sorgeva un alto edificio precedente, al quale essi si appoggiarono. L'edificio è detto "Terrazza Domizianea" poiché i marchi di fabbrica impressi nei mattoni con cui è costruito sono datati al periodo di regno dell'imperatore Domiziano (81-96 d.C.). In origine esso fungeva da fontana monumentale, nel punto di arrivo dell'acquedotto Marcio, ma andò largamente in disuso quando finì inglobato e nascosto dalle fabbriche traianee. Nella seconda metà del secolo XV ai resti della "Terrazza Domizianea" fu sovrapposto l'elegante loggiato con archi e colonne oggi occupato da una delle sedi romane dei Cavalieri di Malta.

 

Torna al Menù del Foro di Traiano         Torna alla Home