Roma Antica Scavi di Villa Adriana Terme con Heliocaminus

Le Terme con Heliocaminus sono le più antiche tra quelle della villa, prendono il nome dalla grande cupola che copriva la grande sala circolare, con ampia vasca della stessa forma, era dotata di grandi finestre, che affacciavano sul lato sudoccidentale. Nella volta della sala era ubicato un occhio centrale “lumen” chiuso da un clipeo bronzeo che azionato da catene per aumentare o diminuire la quantità di vapore acqueo, per sfruttare al massimo l’azione dei raggi solari nel pomeriggio, quando i Romani erano soliti frequentare i bagni e prendere il sole.  Heliocaminus, era un ambiente particolarmente riscaldato, oltre che dai raggi solari, anche da un sistema tradizionale ad ipocausto, era un sistema di riscaldamento usato nell'antica Roma, consistente nella circolazione di aria calda entro cavità poste nel pavimento e nelle pareti del luogo da riscaldare. Sono state trovate bocche da forno nelle pareti e nel pavimento della sala utilizzate per integrare il consueto riscaldamento pavimentale e parietale della sala e permettere l'immissione di vapore acqueo necessario per fare la sauna.  Alle spalle della sala ci sono il frigidarium, ambiente rettangolare aperto su una grande piscina circondata da un portico colonnato e provvisto di una seconda vasca semicircolare ed il calidarium ambiente fortemente riscaldato, dotato di vasche semicircolari per bagni, e in fine il tepidarium con due vasche rettangolari per i bagni caldi.

Heliocaminusjpg


 Torna al Menù degli Scavi di Villa Adriana                                  Torna alla Home