Chiese di Roma Rione Campitelli Basilica Santi Cosma e Damiano

Si trova in via dei Fori Imperiali n. 1, nel rione Campitelli. La Basilica è costituita dalla fusione di due edifici, la biblioteca dell'antico Foro della Pace e l'aula posteriore del Tempio del Divo Romolo al Foro Romano, donati nel 527 da Teodorico il Grande re degli Ostrogoti, e da sua figlia Amalasunta a papa Felice IV. Il papa unì i due edifici per formare una basilica dedicata ai due santi greci, Cosma e Damiano, in contrasto con l'antico culto dei Dioscuri, Castore e Polluce, che erano stati venerati sino alla chiusura nel vicino tempio situato nel Foro Romano. La Basilica è dedicata ai due medici, che subirono il martirio nel 303 mediante decapitazione, dopo aver resistito al rogo, alla lapidazione e alle frecce. Fu totalmente rinnovata nel 1632, lavori condotti, su progetto di Orazio Torriani, e da Luigi Arrigucci un allievo del Bernini, sotto papa Urbano VIII Barberini; a loro si deve l'aspetto attuale, con il pavimento rialzato di 7 m fino al nuovo livello del Campo Vaccino (la parte inferiore degli antichi ambienti divenne una specie di cripta), L'antico pavimento della basilica è tutt'oggi visibile nella "chiesa inferiore", costituita negli spazi originari attualmente interrati. Nel 1947 la vecchia entrata attraverso il cosiddetto "tempio di Romolo" venne chiusa e sostituita da un nuovo ingresso realizzato su via dei Fori Imperiali. Contemporaneamente il tempio di Romolo fu ripristinato nello stato di epoca romana. Si accede alla chiesa da un chiostro opera dell'Arrigucci (1626-32), con affreschi di Francesco Allegrini. La Chiesa e l'adiacente convento si appoggiano completamente su poderose strutture di età romana facenti parte dell'antico foro di Vespasiano o altrimenti detto Forum Pacis Al centro del chiostro una elegante fontana.