Chiese di Roma Rione Campo Marzio Chiesa di Sant'Atanasio l'interno



L'interno, a breve navata unica con una cappella per lato e volta a botte, ha il coro "triconco" (ossia, con tre absidi affiancate), una soluzione assai rara nell'architettura romana. La decorazione fu inizialmente affidata a Francesco Trabaldesi, pittore di gusto manierista. Questi realizzò l'affresco con l'Annunciazione (1583 c.) e l' iconostasi lignea che separava la navata dal coro, della quale sopravvivono alcuni frammenti conservati nel refettorio del Collegio (1584); l'attuale iconostasi risale al restauro effettuato nel 1876 da Andrea Busiri Vici. Al Trabaldesi subentrò, nel 1585, il giovane Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d'Arpino, al quale si devono gli affreschi con l'Assunzione di Maria e la Crocifissione. Le incorniciature in stucco delle pitture a fresco sono opera di Benedetto da Romena. Attualmente, la chiesa è officiata dal Pontificio Collegio Greco con rito bizantino in lingua greca.

 

Torna al Menù della Chiesa di Sant'Atanasio            Torna alla Home