Chiese di Roma Rione Campo Marzio Chiesa di Santa Maria del Popolo Cappella  Chigi

 La cappella Chigi venne concessa da Giulio II nel 1507 al banchiere senese Agostino Chigi, considerato uno degli uomini più ricchi della rinascenza romana. Questi affidò l'incarico di decorare la cappella a Raffaello che aveva già lavorato per il magnate senese per la propria residenza della Farnesina. Raffaello, all'epoca (1514) impegnato come responsabile della nuova basilica di S Pietro, creò un modello che riproduceva in scala il progetto bramantesco per la basilica vaticana con il grande arcone d'ingresso ripreso dal modello antico del Pantheon. Del progetto raffaellesco vennero soltanto eseguiti i mosaici (su disegno del maestro) e le statue laterali di Giona (scolpita da Lorenzetto) e Elia (ultimata da Raffaello da Montelupo). Intorno agli anni cinquanta il Salviati affrescò le lunette e il tamburo della cupola, ultimando anche la pala lasciata incompiuta da Sebastiano del Piombo nel 1534. A metà del Seicento papa Alessandro VII Chigi, pronipote dell'originario titolare decise di completare la cappella di famiglia incaricando il Bernini di realizzare le due statue laterali di Daniele e di Abacuc e i grandi monumenti funebri laterali di  Agostino e Sigismondo Chigi, questi ultimi già iniziati dal Lorenzetto e Raffaello da Montelupo nel 1522 su probabile disegno di Raffaello.

  • Parte destra:  Raffaello da Montelupo, Profeta Elia (1522), marmo. Gian Lorenzo Bernini, Monumento di Agostino Chigi (1655), marmo. Gian Lorenzo Bernini, Profeta  Abacuc (1655), marmo. Raffaello Vanni, Aronne (1653) olio su tela (lunetta)
  • Altare: Sebastiano del Piombo e Francesco Salviati, Natività della Vergine (1555), olio su muro. Lorenzetto, paliotto dell'altare. Cristo e la Samaritana(1522),  bronzo.
  • Parte Sinistra: Lorenzetto, Profeta Giona (1522) marmo. Gian Lorenzo Bernini, Monumento di Sigismondo Chigi (1655) marno. Gian Lorenzo Bernini, Profeta Daniele (1655) marno. Raffaello Vanni, Davide (1653), olio su tela (lunetta).
  • Cupola : Francesco Salviati, (tondi), Allegorie delle _Stagioni (1557), olio su muro.  Francesco Salviati, (tamburo), Creazione e Peccato originale (1554), olio su muro. Luigi de Pace, Dio Padre creatore dell'universo (1516), mosaico. 

Torna al menù di Santa Maria del Popolo    Torna alla Home