Chiese di Roma Rione Monti Basilica San Giovanni in Laterano investitura Pontificia



Nell'antica basilica avveniva poi l'investitura pontificia, con una particolare cerimonia riportata nel Liber Censuum del 1192; si svolgeva subito dopo l'elezione di un nuovo pontefice, come "presa di possesso" della Chiesa di Roma e della cattedrale della città. Il neoeletto veniva fatto sedere in abiti pontificali sulla sedia marmorea detta “stercoraria”, tuttora visibile nel chiostro della basilica, per ricevere l'omaggio dei cardinali ai suoi piedi. Veniva quindi condotto dal priore della basilica nella Cappella di San Silvestro, ora non più esistente, e qui l'eletto «siede su una sedia porphyretica», il priore «gli porge il bastone del comando e della punizione, gli porge anche le chiavi della basilica e del sacro palazzo lateranense» A quanto pare, il papa era tenuto per le braccia e le gambe in modo che stesse sopra la sedia ben comodo e potesse poi essere sollevato. Poi, alzatosi e portatosi su una seconda sedia porphyretica, restituiva bastone e chiavi: ma egli doveva jacere sulle sedie, che erano in realtà delle sellae obstetricae, assumendo la posizione di una partoriente, Mater Ecclesia sulle due sedie simbolo «del primato di Pietro principe degli apostoli e della predicazione di Paolo». In pratica il papa in questa cerimonia, simbolicamente, doveva apparire femmina e la cosa non poté logicamente non essere oggetto di maligne considerazioni; è lecito supporre che di qui sia nata la famosa leggenda della papessa Giovanna, secondo un'interpretazione di Cesare D'Onofrio, «come "maligna" lettura del rito con le sedie da parto». La papessa sarebbe stata sul trono di Pietro, secondo la leggenda, due anni e mezzo tra Leone IV, morto il 17 luglio 855, e Benedetto III, che fu in realtà eletto il 21 settembre 855; e pertanto non è storicamente accettabile. Ma la malignità non finì qui; quelle sedie da parto, delle quali ora una è al Louvre e l'altra al Museo Pio-Clementino del Vaticano, fecero parlare di sé gettando ignominia su quella elezione nella basilica Lateranense. La "presa di possesso" con la sedia stercoraria e le porphyreticae restò in vigore fino al 1513 con Leone X. Luterani e protestanti con i loro libelli prendevano in giro questa cerimonia con la storiella della constatazione del sesso, per cui le porphyreticae furono messe via, e restò in funzione solo la stercoraria; anche questa fu abbandonata dopo che l'ebbe usata per l'ultima volta Pio IV nel 1560.

Torna al Menù Basilica San Giovanni      Torna alla Home