Chiese di Roma Rione Pigna Chiesa di Santa Maria sopra Minerva Altare Maggiore


L'attuale altare maggiore risale alla metà del secolo scorso, allorché, a partire dal 1857, la mensa fu rifatta in stile neogotico secondo il disegno di Giuseppe Fontana e ornata dalle Quattro Virtù Cardinali e da Testine angeliche dipinte da Francesco Podesti. All'interno è la statua giacente di s. Caterina da Siena che contiene le reliquie della santa, opera del 1430 di ignoto marmoraro romano già attribuita a Isaia da Pisa. A sinistra del presbiterio è collocato il Cristo risorto di Michelangelo Buonarroti, commissionatogli nel 1514 da Bernardo Cencio, canonico di S. Pietro. A destra dell'altare, in posizione simmetrica, fu collocato nel 1858 il S. Giovanni Battista di Giuseppe Obici. L'antico coro gotico fu trasformato tra il 1536 e il 1540 secondo il progetto di Antonio da Sangallo il Giovane su commissione di Alessandro de' Medici, duca di Firenze, che intendeva collocarvi le sepolture dei due pontefici medicei. Gli eleganti monumenti di Leone X (1475-1521) e Clemente VII (1478-1534) presentano un'identica struttura architettonica tripartita simile a quella degli archi trionfali a tre fornici: nella nicchia centrale è assisa la figura del pontefice, fiancheggiata da due profeti collocati nelle nicchie laterali.

  • Coro parete destra: è opera di Antonio da Sangallo il Giovane, il Monumento funebre di Clemente VII (1541).
  • La statua di Clemente VII è opera di Bartolomeo Lippi detto Nanni di Baccio Bigio.
  • Coro Parete sinistra: è opera di Antonio da Sangallo il Giovane, il Monumento funebre di Leone X (1541) 
  • La statua di Leone X  è opera di Raffaello da Montelupo.  

 Torna al Menù di Santa Maria sopra Minerva             Torna alla Home