Chiese di Roma Rione Castro Pretorio Basilica di Santa Maria degli Angeli Transetto destro




Le pale d’altare, dodici in tutto, furono trasferite dalla Basilica di S. Pietro dopo essere state tradotte in mosaico, e portate a S. Maria degli Angeli, in considerazione della vastità della chiesa. Il trasloco avvenne, a partire dal 1727. Sul pavimento, diagonalmente, Linea Clementina, meridiana con costellazioni dello zodiaco e variazioni millenarie della stella polare, così detta da Clemente XI che la fece disegnare da Francesco Bianchini e Giacomo Maraldi (1702); alla parete destra, Crocifissione di S. Pietro di Nicolò Ricciolini e Caduta di Simon Mago di Pierre Charles Tremollière (da Francesco Vanni); a quella sinistra, S. Pietro risuscita Tabita di Francesco Mancini e Predica di San Girolamo di Girolamo Muziano. Sul fondo, il beato Niccolò Albergati (c. 1746-50) di Ercole Graziani; nella volta affreschi di Antonio Bicchierai. Qui sono i monumenti funebri dei tre maggiori artefici della vittoria nella prima guerra mondiale: di Vittorio Emanuele Orlando di Pietro Canonica, dell'ammiraglio Paolo Thaon di Revel del Canonica e del maresciallo Armando Diaz su disegno di Antonio Muñoz.

 

Torna al Menù della Basilica di Santa Maria degli Angeli       Torna alla Home