Chiese di Roma Rione Ripa Basilica di Santa Maria in Cosmedin il portico e Bocca della Verità


 Nel portico della chiesa nel 1632 fu collocata la celebre bocca della Verità, una grossa pietra circolare (m 1,75 di diametro) che rappresenta una testa di fauno urlante. Si vuole fosse un chiusino di una cloaca, ma più probabilmente la copertura del puteale, parapetto posto intorno all'apertura del pozzo, del tempio di Mercurio, che sorgeva nel Foro Boario e sul quale i commercianti venivano a giurare o a purgarsi dei loro spergiuri durante le compravendite. Infatti, Ovidio racconta che all'acqua divina di Mercurio accorrevano i mercanti del vicino Foro Boario per purgarsi dei loro spergiuri colle parole “Ablue praeterita perfida verba” “mi lavo delle parole infide dette ”. Nel medio evo si racconta che coloro i quali pronunciavano un giuramento, dovevano porre la mano nella bocca aperta del mascherone. Se innocente, poteva ritirare la mano indenne; ma se colpevole, il mascherone avrebbe chiuso la bocca troncando netta la mano.

 

Torna al Menù della Basilica di Santa Maria in Cosmedin     Torna alla Home