Palazzi di Roma Palazzo Altemps Museo Nazionale Romano piano 2° Statua di Afrodite



La statua rappresenta una donna inginocchiata che dopo il bagno si strizza i capelli. È una copia romana del I secolo a.C. della celebre opera attribuita allo scultore bitinio Doidalsas (III sec. a.C.). È stata restaurata nella parte superiore, fu esposta insieme al fanciullo con l'oca così da ricomporre il gruppo statuario di Leda con il cigno. La leggenda narra che Zeus, innamoratosi di lei, si trasformò in un cigno e si accoppiò con Leda sulle rive del fiume Eurota, e la donna generò due uova. Il marito di Leda, Tindaro, giacque con la stessa nel corso della medesima notte per cui da un uovo sarebbero usciti i Dioscuri, Castore e Polluce, mentre dall'altro Elena e Clitennestra.

 

Torna al Menu del Palazzo Altemps Piano Secondo           Torna alla Home