Palazzi di Roma Crypta Balbi Museo Nazionale Romano che cos'è una crypta




La crypta di Balbo era un ampio quadrilatero aderente alla facciata posteriore della scena del teatro. Al centro sorgeva un edificio di incerta identificazione, noto solo dalla pianta marmorea severiana. Attorno si svolgeva un ampio corridoio, forse originariamente diviso in due navate. Sul lato orientale si apriva un'esedra semicircolare, che la pianta marmorea descrive con sei colonne. È possibile che l'edificio di Balbo abbia costituito il modello per analoghe costruzioni in altre città. Sicuramente identificabile come una crypta è la parte più interna del così detto Edificio di Eumachia nel Foro di Pompei, costituito da un vestibolo (chalcidicum) e da un cortile circondato da un colonnato (porticus), intorno a cui si svolge una galleria coperta (crypta) che prende luce da una serie di finestre. La crypta dell'edificio di Balbo andrà dunque riconosciuta nel corridoio che la Pianta marmorea indica come uno spazio chiuso da un muro dotato di finestre.  

 

Torna al Menu del Crypta Balbi     Torna alla Home