Palazzi e Ville di Roma Palazzo Barberini la facciata


Gian Lorenzo Bernini, subentrato nella direzione dei lavori, mantenne il progetto originale: sua la concezione del salone centrale, della loggia vetrata corrispondente al porticato sottostante, con i tre ordini (dorico nel porticato, ionico al piano nobile, corinzio a quello superiore con fasci di lesene fra i finestroni strombati) e della grandiosa scala a Pozzo quadrato, con rampe sostenute da colonne doriche binate fino al primo piano, per la quale si accede, dal lato sinistro del porticato, alla Galleria nazionale d'Arte antica; a Francesco Borromini sono riferibili il disegno delle finestre del corpo centrale del piano nobile, alcuni particolari decorativi e il progetto della “scala elicoidale” a colonne binate sulla destra del prospetto. Tra il primo e il secondo ordine è fissato lo stemma dei Barberini.

 Torna al Menu del Palazzo Barberini