Palazzi di Roma Musei Vaticani Museo Chiaramonti Prima Parte


 

  • Statua loricata di Antonino Pio (torso della seconda metà del sec. II; testa non pertinente)
  • Busto di Marco Tullio Cicerone
  • Ciclo Dinastico di Veio, la testa colossale dell'imperatore Augusto (statua a sinistra), la statua dell'imperatore Tiberio (statua centrale) e la testa colossale sempre di Tiberio (statua a destra) furono ritrovate a Veio nel 1811. Altri ritratti della famiglia imperiale provengono dagli stessi scavi e sono conservati sempre in Vaticano, nel Museo Gregoriano Profano. Tutti insieme dovevano costituire un ampio ciclo dinastico, realizzato probabilmente durante il regno di Claudio e allestito in uno degli edifici pubblici del centro monumentale del “municipium Augustum Veiens”.
  • Statua di Dace La scultura, in marmo pavonazzetto, raffigura un prigioniero dace dall’espressione pervasa di profondo pathos. Ben riconoscibile per il berretto a punta (pileus) e per il tipo di abbigliamento costituito da una tunica stretta in vita e dal mantello fermato sulla spalla destra da una fibbia, il Dace Chiaramonti si può confrontare con sculture frammentarie ritrovate nel Foro di Traiano e pertinenti alla decorazione dell'attico dei portici del Foro di Traiano.

 

Torna al Menu dei Musei Vaticani Museo Chiaramonti       Torna alla Home