Palazzi e Ville di Roma Palazzo Doria Pamphilj la facciata




Ad arricchire la facciata su via del Corso provvide Camillo Pamphilj junior, avvalendosi dell'opera dell'architetto Gabriele Valvassori, che verso il 1733 ristrutturò la parte del fabbricato intorno al cortile e costruì la meravigliosa galleria chiudendo la loggia sopra al porticato. Così, il palazzo fu rivestito di forme barocche, ma diverse da quelle del prospetto sulla piazza del Collegio Romano. Furono costruiti i tre balconi mistilinei sui tre ingressi del palazzo e si raggiunse un livello architettonico fra i più significativi degli edifici in Roma, ma i contemporanei lo giudicarono «stravagante».

 

Torna al Menu del Palazzo Doria Pamphilj         Torna alla Home