Palazzi di Roma Palazzo Massimo Museo Nazionale Romano Piano Secondo Villa della Farnesina Triclinio C





La sala da banchetti accoglieva una mensa al centro e tre letti (da cui il nome "triclinio") sui quali si adagiavano i commensali. L'esposizione a sud della stanza e il colore, nero dominante, ne fanno supporre l'uso invernale: l'architetto Vitruvio (I sec. a.C.) raccomandava il fondo scuro, in grado di assorbire il calore, per assicurare agli ambienti una temperatura confortevole nella stagione fredda. Il fregio che si svolge nella parte superiore delle pareti del triclino, ha un carattere narrativo figurato con scene accomunate dalla presenza di alcuni personaggi ricorrenti: storie popolari narrate con un ritmo vivace che si ripete nella descrizione del fatto e del relativo giudizio espresso da una figura seduta.

 

Torna al Menù Palazzo Massimo Piano 2 Villa Farnesina     Torna alla Home