Palazzi di Roma Palazzo Massimo Museo Nazionale Romano Piano Interrato la mummia di Grottarossa




Il sarcofago della mummia di Grottarossa Via Cassia, km 11, località la Giustiniana Seconda metà II d.C. Sarcofago in marmo bianco a cassa rettangolare con coperchio a doppio spiovente e alzata anteriore con mascheroni angolari. La fronte è decorata con scena di caccia al cervo, riferibile all'episodio della caccia di Enea e Didone narrato da Virgilio (Aen. IV, 130- 159). Completano la raffigurazione Ascanio, un erote (putti o piccoli geni alati) funerario e i battitori con le reti. Sul fianco destro un cavaliere, forse lo stesso Ascanio, assale un cinghiale, mentre su quello sinistro compare una personificazione femminile, identificata con Africa, affiancata da Venere e da una divinità fluviale. Sull'alzata del coperchio alcuni cacciatori attaccano due leonesse, mentre dietro alcuni scogli un cavaliere fugge verso una imbarcazione dopo aver rapito un cucciolo della fiera. Tale motivo, noto anche in altri contesti funerari, è stato interpretato come simbolo dell'immatura separazione della bambina dai genitori. Sui frontoncini laterali, parti di trofei dl caccia.

 

Torna al Menu del Palazzo Massimo Piano Interrato       Torna alla Home

.