Palazzi di Roma Palazzo Pontificio stanze di Raffaello sala di Eliodoro le Virtù Cardinali  




Nella grande lunetta, sopra la finestra, sono rappresentate le personificazioni delle Virtù cardinali: a sinistrala Fortezza con un ramo di rovere, al centro la Prudenza che si rimira in uno specchio, a destra la Temperanza con le redini intrecciate con le Virtù teologali, i puttini con le sembianze di angeli, rappresentano la Fede che indica il cielo,la Speranza regge una fiaccola accesa,la Carità scuote il ramo di rovere. In basso sul lato sinistro è rappresentata l'istituzione del Diritto Civile. L’Imperatore Giustiniano, assistito dai giureconsulti Teofilo e Doroteo, consegna a Treboniano Gallo le Pandette (una raccolta di decisioni e pareri di giuristi romani redatta nel VI secolo d.C.). A destra viene rappresentata l'istituzione del Diritto Canonico; papa Gregorio IX porge ad un avvocato concistoriale il codice delle decretali (sono lettere firmate da un papa contenenti disposizioni giuridiche riguardanti un caso singolo alle quali andava riconosciuto un valore generale). Nella figura del Papa è ritratto Giulio II, accanto sono rappresentati i cardinali Giovanni de' Medici, che fu poi papa Leone X, Antonio del Monte , ed Alessandro Farnese che divenne papa con il nome Paolo III.

 

Torna al Menu della Stanza della Segnatura          Torna alla Home