Palazzi di Roma Palazzo Pontificio stanze di Raffaello sala Segnatura disputa del Ss Sacramento

L’affresco rappresentala Chiesa Trionfante, che glorifica il mistero della Trinità, mentre in basso la Chiesa Militante ovvero la Chiesa terrena, che osserva il mistero della trinità per fede nel miracolo quotidiano dell'incarnazione nell'ostia consacrata. Nella parte superiore è rappresentata, in senso verticale, la santissima Trinità: in alto il Padre Eterno, sotto Gesù seduto fra la Madonna e San Giovanni Battista, ai loro piedi, tra quattro angioletti recanti i Vangeli, la colomba dello Spirito Santo, i cui raggi scendono verso la terra fino all'ostia sull'altare. Sui due lati della rappresentazione dello Spirito Santo vi sono i santi e patriarchi dell'Antico Testamento che contemplano il mistero della Trinità. Nella parte inferiore dell'affresco, nel mezzo un altare con sopra l'ostensorio, centro prospettico di tutta la composizione. Ai lati, variamente raggruppati, numerosi personaggi, non tutti riconoscibili: Dottori della Chiesa quali Girolamo (con l’effige del Bramante), Ambrogio, Agostino, Tommaso d'Aquino, San Bonaventura e altri autori sacri, mentre nella folla a destra si distingue la testa di Dante.