Regio II Caelimontium Case Romane al Celio Domus

I secoli precedenti la costruzione dell'attuale basilica hanno visto la continua trasformazione di un complesso residenziale dell'era imperiale che comprendeva un popolare edificio multipiano con portici, insula e una domus. Sotto la chiesa sono state liberate, verso la fine dell'Ottocento, due grandi case di abitazione a più piani. Il nucleo principale era costituito da una lussuosa domus a due piani, costruita nel II secolo d.C. che si affacciava in origine verso la via parallela al clivus Scauri.

 

La domus è databile sulla base dei bolli laterizi scoperti sulle mura all'epoca di Adriano. Era dotata di piccole terme private (balneum) al piano terra, dove si trova una vasca e in un altro ambiente un bacino (labrum), grande bacile di marmo, bronzo o terracotta, generalmente poggiato su un piede, destinato a contenere acqua fredda. Con il termine balneum i Romani indicavano gli impianti termali privati, con il termine thermae indicavano grandi terme pubbliche.

 

Torna al Menù di Case Romane