Regio II Caelimontium Case Romane al Celio Sala finto marmo


 

La Sala dei Finti Marmi fu anticamente il magazzino di una bottega che si affacciava sulla strada, questa stanza fu riportata alla luce dal padre passionista Germano da San Stanislao nel corso degli scavi del 1887. La sala denominata Finti Marmi per la presenza di una vivace decorazione risalente all'inizio del IV secolo d.C.,  raffigura un rivestimento marmoreo in opus sectile, antica tecnica artistica che utilizza marmi (o, in alcuni casi, anche paste vitree) tagliati per realizzare pavimentazioni e decorazioni murarie a intarsio.

 

Torna al Menù di Case Romane