Palazzi di Roma Musei Vaticani Museo Pio Clementino Sala a Croce Greca

Papa Pio VI Braschi (1775 -1799) diete disposizione all’architetto Michelangelo Simonetti di creare un nuovo ingresso al Museo Pio Clementino. L’architetto progetto un grande portale di accesso inquadrato da due giganteschi telamoni, egittizzanti databili agli inizi del I secolo d.C. provenienti dalla villa di Adriano presso Tivoli, e sull'imponente portale di accesso fu scolpita l'iscrizione Museum Pium. Al centro del pavimento un mosaico ritrovato durante gli scavi di una villa romana nei pressi dell’antica città di Tuscolo (odierna Frascati). Il mosaico rappresenta il busto di Atene, ampiamente restaurato nel Settecento. La dea è rappresentata, con un elmo e l'egida, uno scudo di pelle di capra, con al centro un medaglione con il volto di Medusa. I Gorgoni erano tre sorelle, Steno Euriale e Medusa; secondo il mito le Gorgoni avevano il potere di pietrificare chiunque avesse incrociato il loro sguardo. La presenza della Medusa sui mosaici, nelle case romane, non aveva solo scopo ornamentale, ma anche uno scopo scaramantico, allontanava gli eventi negativi e ammoniva gli ospiti..