Palazzi di Roma Musei Vaticani Museo Pio Clementino Sala Rotonda

Il Pontefice Pio Sesto, Braschi , incaricò l’architetto Michelangelo Simonetti per la costruzione di una grande sala con volta emisferica affinché vi si ricoverasse la gran tazza di porfido rosso prima esposta nel mezzo del cortile ottagono, che con le integrazioni moderne, raggiunge i 13 metri di circonferenza. La tazza doveva ornare un grande spazio pubblico della Roma imperiale probabilmente le terme di Tito. L’architetto Simonetti per la costruzione della sala si ispirò al Pantheon adrianeo, venne terminata nel 1779. Il pavimento è costituito da un mirabile assemblaggio settecentesco di mosaici dei primi decenni del III secolo d.C., rinvenuti a Otricoli e a Sacrofano; il grande mosaico è a colori e diviso in scomparti con lotte di Greci contro centauri e gruppi con divinità marine e fluviali.